Il sistema costruttivo in travi (anche indicato con il termine tedesco “Blockhaus”) consiste in elementi lineari di legno di conifera disposti orizzontalmente sovrapposti tra di loro a formare una parete in legno. Gli elementi possono essere tronchi di legno massiccio tondo o squadrato, oppure fatti in legno lamellare, anch'esso tondo o squadrato. Il legno che viene utilizzato è pino nordico o abete rosso, tutti materiali nord europei e più precisamente cresciuti e lavorati in Estonia o in Finlandia.
La soluzione in legno lamellare è la più richiesta in quanto ha una notevole riduzione del movimento naturale tipico del legno e non si creano le fessurazioni longitudinali caratteristiche delle travi in massello. La maggior stabilità pertanto garantisce una solidità superiore ed un'estetica più gradevole. Le costruzioni in travi in oltre possono essere realizzate fino a tre piani senza alcun problema statico e sismico, soddisfacendo così la maggior parte delle richieste dei clienti. Per migliorare poi le prestazioni energetiche di queste pareti viene realizzata un isolamento in materiali naturali interna o esterna a seconda delle esigenze del cliente e in base al tipo di finitura esterna che si intende realizzare. Non è detto che una casa in travi debba per forza avere il legno come finitura esterna, si possono fare delle finiture in intonaco, in pietra, in mattoni o con qualsiasi altro materiale come in una costruzione classica. La messa in opera di questi elementi è resa oltre modo facile grazie alle numerazioni delle singole travi e dagli schemi di montaggio. Tutte le lavorazioni delle travi avvengono in fabbrica con macchine da taglio a controllo numerico.

Ecco alcuni tipi di case realizzate in travi